IL PRESIDIO

I coltivatori del Fagiolo Cosaruciaru
Un Presidio ha riunito gli agricoltori di Scicli che ancora coltivavano cosaruciaru – alcuni dei quali hanno circa ottant’anni, e sono stati proprio loro i protagonisti principali di questo recupero – mettendo su carta un disciplinare di produzione che ne garantisca la conservazione e la coltivazione sostenibile. I semi sono conservati e riprodotti dagli stessi contadini del Presidio, che hanno appezzamenti di terreno di ridotte dimensioni, poche centinaia di metri quadrati ricavati, a volte, su strisce di terreno in mezzo alle serre.

Il progetto è stato avviato grazie alla collaborazione della locale Sezione Operativa dell’Ente di Sviluppo Agricolo e al sostegno dell’Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari, e intende valorizzare la coltivazione del fagiolo in pieno campo, riaffermare una tradizione locale che sembrava scomparsa e fare in modo che diventi un’opportunità per gli agricoltori sensibili alla qualità delle produzioni e alla conservazione della biodiversità.

Area di produzione

Comune di Scicli (provincia di Ragusa)

Presidio sostenuto da

Assessorato delle risorse agricole e alimentari della Regione Siciliana